La primavera della democrazia nel mondo arabo. Per un processo federativo in seno alla Lega Araba. - commentaires La primavera della democrazia nel mondo arabo. Per un processo federativo in seno alla Lega Araba. 2011-02-25T16:00:06Z https://www.thenewfederalist.eu/Il-risveglio-dei-popoli-arabi#comment9349 2011-02-25T16:00:06Z <p>Ho alcune riserve su alcune parti del testo.</p> <p>In particolare questa parte :</p> <p>"Lo spauracchio dell'estremismo islamico, agitato dai governi dell'Occidente per giustificare il sostegno ai regimi autoritari, appartiene a una logica del passato, che non tiene conto dello sviluppo economico, della modernizzazione sociale e della secolarizzazione in corso nella regione. All'avanguardia del movimento ci sono i giovani, i quali, malgrado la buona istruzione, sono penalizzati dall'esclusione dal mercato del lavoro. Hanno usato i nuovi mezzi di comunicazione ai fini della mobilitazione, sostituendosi ai partiti e alle altre organizzazioni della politica tradizionale. Le inconsuete dimensioni della rivoluzione mostrano che il mutamento economico e sociale, sviluppatosi sull'onda della globalizzazione, richiede in modo imperativo cambiamenti politici e istituzionali.« Relativamente alla prima parte riguardante »lo sviluppo economico, della modernizzazione sociale e della secolarizzazione in corso nella regione." si può leggere questo articolo : <a href="http://www.inviatospeciale.com/2011/02/neocolonialismo-giornalistico/" class="spip_url spip_out auto" rel="nofollow external">http://www.inviatospeciale.com/2011/02/neocolonialismo-giornalistico/</a></p> <p>Va osservato che forse l'autore del sopracitato articolo è troppo pessimista nella sua visione del nord Africa e forse confonde la situazione economica congiunturale con quella strutturale. Probabilmente la realtà si trova nel mezzo tra questa posizione e quelle troppo ottimistiche dei media occidentali.</p> <p>Stessa cosa per quanto riguarda le nuove tecnologie. Se non si può non osservare che le innovazioni tecnologiche recenti abbiano avuto una parte importante nelle attuali rivolte in nord Africa e Medio oriente, sembra comunque eccessivo parlare di rivoluzioni made in « Facebook » o « Twitter »</p> <p>Per quanto riguarda la la parte del testo in cui si dice che i giovani « hanno usato i nuovi mezzi di comunicazione ai fini della mobilitazione, sostituendosi ai partiti e alle altre organizzazioni della politica tradizionale. » si guardi questo articolo di Limes sull'Egitto.</p> <p><a href="http://temi.repubblica.it/limes/egitto-in-rivolta-il-risveglio-del-gigante/19380" class="spip_url spip_out auto" rel="nofollow external">http://temi.repubblica.it/limes/egitto-in-rivolta-il-risveglio-del-gigante/19380</a></p> <p>A quanto sembra esistevano già da mesi, se non anni, strutture di opposizione in Egitto a parte i fratelli mussulmani.</p>